“Prima e dopo”: una trasformazione tangibile ed interiore grazie all’Home Staging e al miglioramento personale

Storie-di-home-stager-prima-e-dopo-5

Sono un’appassionata di prima e dopo, ovvero delle infinite possibilità di miglioramento”. Stefania Spezzacatena

Questa è Storie di Home Stager, la rubrica che raccoglie le esperienze di allieve e allievi dell’Accademia Italiana Staging & Redesign che grazie all’incontro con l’Home Staging hanno dato la svolta felice alla loro vita.

L’home stager della prossima storia è Stefania Spezzacatena, professionista residente a Milano e appassionata, come ama dire lei, di “prima e dopo”. Cultrice di trasformazioni quindi, non soltanto materiali ma anche umane, legate alle nostre infinite possibilità di miglioramento.

Storie-di-Home-Stager-scheda-Stefania-Spezzacatena

 

S: Sono Stefania Spezzacatena, ho 39 anni e vivo a Milano. Nasco in realtà come fotografa nel settore moda e prima di diventare home stager il mio punto forte era la post produzione, tanto che, insieme a mio marito, ho fondato un’agenzia di comunicazione: io mi occupavo della fotografia e dei social mentre lui faceva (e fa tutt’ora) piani di marketing per le aziende.

La cosa che mi ha fatto avvicinare all’Home Staging è stata in realtà la gestione del mio B&B.

Un giorno ho deciso di fare un restyling e ho scoperto, per caso, che quello che avevo fatto in maniera naturale era in realtà anche una professione: l’Home Staging Turistico.

Così ho iniziato ad informarmi e a cercare qualche corso specifico e mentre cercavo ho scoperto un’altra cosa: l’Home Staging per le case da vendere. Lì mi si è aperto un mondo.

 

C: Il tuo è stato un percorso di avvicinamento all’Home Staging un po’ al contrario…

 

S: Sì, ho fatto un po’ l’opposto perché di solito si scopre prima l’Home Staging per le case in vendita e poi si capisce che può essere applicato anche alle case turistiche.

L’Home staging per la vendita mi ha appassionata subito perché io già di mio, nei momenti morti, guardo spesso annunci immobiliari (mi è sempre piaciuto il mondo immobiliare). 

Tra i tanti corsi che ho visto ho scelto Professione Home Stager dell'Accademia Italiana Staging & Redesign di Fosca de Luca perché l’ho trovato sicuramente più ricco rispetto agli altri.

 

Storie-di-home-stager-prima-e-dopo-2

Progetto di Home Staging per la vendita e fotografie di Stefania Spezzacatena, Studiocinque17.

 

C: In che anno hai fatto il corso Stefania?

 

S: L’ho fatto proprio in pieno Covid, nel marzo 2020 ed era la prima edizione completamente online. È stato ottimo perché sono riuscita a seguirlo bene.

Finito il corso eravamo comunque ancora tutti bloccati dato che l’emergenza non era finita. Così appena ho potuto ho preso al volo un'occasione di lavoro in realtà lontano dall’Home Staging.

Ma non è stato tempo perso perché ho trascorso un anno studiando bene il mercato immobiliare e capendo come far decollare la mia attività di home stager.

È stato un anno utile per settarmi, il 2020 ha diciamo rappresentato un giro di boa, e infatti poi ho iniziato a lavorare con le agenzie immobiliari, sia per l’Home Staging per la vendita che per quello turistico.

L’Home Staging Turistico ad oggi è il servizio principale che offro e che mi riesce più facile però quello che amo di più è l’Home Staging per la vendita, sicuramente.

 

C: In che modo l’Home Staging Turistico ti rimane più facile?

 

S: Perché essendo io stessa un gestore di B&B conosco i trucchi del mestiere. Infatti quando faccio un progetto di Home Staging Turistico consiglio sempre dei plus a chi affitta la casa, come per esempio la guida per essere un host a 5 stelle.

Ho quindi fondato un nuovo brand e  il nome che ho scelto è Studiocinque17 ed è un nome preso dal verso della Bibbia 2Corinzi 5:17 che recita:

“Tutto il vecchio è passato, tutte le cose sono nuove”.

Io ho sempre lavorato, anche prima dell’Home Staging, nella post produzione quindi ho sempre amato il “prima e il dopo”, posso dire di essere un’appassionata di prima e dopo! Ho sempre amato vedere qualcosa a cui forse nessuno darebbe valore, trasformata, prendere di nuovo vita e avere una nuova identità. 

Anche facendo volontariato, lavorando con le persone c’è sempre un prima e dopo nella mia vita e nella loro.

 

Storie-di-home-stager-prima-e-dopo-3

Progetto di Home Staging per la vendita e fotografie di Stefania Spezzacatena, Studiocinque17.

 

C: Wow! Hai le mani in pasta in tante attività diverse. Pensi che il corso Professione Home Stager ti sia stato particolarmente utile nel tuo “giro di boa”? Lo rifaresti?

 

S: Sì, assolutamente. È stato veramente bello e me lo sono goduto tutto. Oltre al fatto che ad oggi, se penso ad una professione tagliata per me, è sicuramente quella dell’home stager. Sono contenta di averla scoperta.

Non è scontato che uno sappia cosa sia perché è ancora una professione giovane qui in Italia, non è ancora satura. Quindi sono felicissima che grazie a un’esperienza dopo l’altra sono arrivata all’Home Staging.

 

C: Verissimo! È ancora un mercato pieno di possibilità e occasioni. Grazie ai nostri corsi riusciamo spesso a realizzare sogni.

 

S: Sì, personalmente è stato proprio così perché per me l’Home Staging è molto divertente, non lo percepisco neanche come un lavoro.

 

C: Tornando alla tua carriera mi hai detto che finito il corso Professione Home Stager nel 2020 ti sei presa un anno per approfondire altra formazione e per cimentarti in un nuovo lavoro. Come è stato, quindi, il tuo primo vero anno da home stager?

 

S: In realtà anche nel periodo in cui facevo un lavoro lontano dall’home staging ho iniziato a strutturarmi. Ho aperto la mia pagina social e ho iniziando ad organizzare il magazzino.

 

C: Anche per farti conoscere sul territorio immagino.

 

S: Sì ma devo dire che nel mio caso ha funzionato molto il passaparola.

Quindi il primo anno dopo il corso, mentre facevo un altro lavoro, è stato proprio di rodaggio per poi iniziare a lavorare come home stager.

 

Storie-di-home-stager-prima-e-dopo

Progetto di Home Staging per la vendita e fotografie di Stefania Spezzacatena, Studiocinque17.

 

C: Hai continuato a formarti in seguito?

 

S: Sì anche perché sono iscritta all’Associazione di Categoria Nazionale Home Staging Lover e seguo anche la loro formazione dedicata agli iscritti, oltre ad informarmi sui corsi dell’Accademia.

 

C: Come è cambiata la tua vita grazie all’home staging?

 

S: È cambiata perché mi sono ritrovata proprio in una professione che unisce le mie passioni con il lavoro. 

Grazie all’Home Staging posso dare sfogo alla mia creatività e dal punto di vista emozionale ha cambiato completamente il mio approccio al lavoro.

È stata una sorpresa per me ma è il lavoro ritagliato su misura per me. Unisce l’immobiliare e l’arredamento che sono entrambe passioni che ho sempre avuto.

 

C: In chiusura, quali sono i tuoi prossimi obiettivi?

 

S: Al momento automatizzare il più possibile la gestione del B&B così da avere più tempo per i progetti di Home Staging Turistico e voglio far crescere inoltre le mie pagine social Instagram e Facebook.

 

Ti è piaciuta questa storia? Scopri tutte le Storie di Home Stager QUI

E se ne vuoi di più entra a far parte della community di home stager più attiva d'Italia: https://www.facebook.com/groups/professionehomestager

Sono Claudia Ciardi. Leggo libri, scrivo cose. Sono laureata in antropologia culturale anche se i miei eterni amori rimangono l’arte, il design e l’architettura. Scrivere il blog dell’Accademia mi permette di unire queste passioni e di creare qualcosa di personale ma soprattutto utile agli altri.

Resta aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità dell'Accademia

Ultime news nel mondo dell'Home Staging

Resta aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani aggiornato con le ultime news dell’Accademia

Accademia Italiana Staging & Redesign School

Altri articoli che potrebbero interessarti