L’Home Staging è stato il mio “Out Of The Box”

storie-di-home-stager-barbara-diomelli-out-of-the-box

L’Home Staging è stato il mio “Out Of The Box”: mi ha consentito di uscire dalla scatola e di pensare in modo alternativo al lavoro”. Barbara Diomelli

Questa è Storie di Home Stager, la rubrica che raccoglie le esperienze di allieve e allievi dell’Accademia Italiana Staging & Redesign che grazie all’incontro con l’Home Staging hanno dato la svolta felice alla loro vita.

Oggi Barbara Diomelli è una home stager professionista felice che ama il suo lavoro e opera maggiormente su Livorno e Pisa ma si sposta in tutta la Toscana. Fine di questa storia dirai ma se hai letto anche le precedenti storie di home stager avrai capito che “it’s all about the journey”, l’emozione è tutta nel viaggio…

Storie-di-Home-Stager-scheda-Barbara-Diomelli

 

C: Ciao Barbara, benvenuta a Storie di Home Stager! Lascio subito a te la parola per raccontarci come sei arrivata all’Home Staging partendo dalla tua esperienza lavorativa da Ikea.

B: Ciao a tutti! Sono Barbara Diomelli, ho 33 anni e mi sono laureata in architettura nel 2016. Ho fatto poi l’esame di Stato e qualche stage in alcuni studi di architetti. 

Avevo quindi tutte le carte in regola per praticare la professione ma ho capito presto che gli studi di architettura non erano il mio habitat.

Dopo varie esperienze di stage nel 2018 sono entrata a lavorare da Ikea nel ruolo di “Comin” (n.d.r. abbreviazione di Communication e Interior), ovvero il personale che si occupa dell’allestimento del negozio.

Era un lavoro bellissimo!

Mi occupavo di creare il design sia delle parti dei dipendenti (come l’area relax e la mensa), sia degli ambienti allestiti.

Sai quando entri in un negozio Ikea, sali le scale e inizi a dire “Wow! Voglio vivere qui!”? Ecco, io creavo proprio gli spazi allestiti di Ikea!

C: È praticamente il lavoro dei sogni di tutti gli appassionati di arredamento!

B: Già ma il sogno purtroppo è durato poco perché al rinnovo del contratto a tempo indeterminato Ikea non assumeva più personale.

Quindi mi sono adoperata e ho cercato una soluzione a questo grande problema! 

storie-di-home-stager-barbara-diomelli-out-of-the-box-3

Progetto e fotografie Home Staging Turistico: Dream Team by Ilaria Mari, Barbara Diomelli, Valentina Malloggi, Daniela Guerri

Così, insieme a una mia collega (che poi è diventata anche lei allieva dell’Accademia) ci siamo messe a cercare online lavori sempre inerenti il mondo dell’arredamento, dell’interior design ma soprattutto dell’allestimento perché dopo l’esperienza a Ikea avevo capito che l’ ”interior design puro” non mi soddisfaceva più. 

Abbiamo iniziato anche a cercare corsi e tra le varie scuole quella di Fosca de Luca ci ha colpito particolarmente e abbiamo deciso di iscriverci. La mia collega prima di me (dandomi dei super feedback positivi) e io all’edizione successiva perché in quel momento stavo traslocando e non avevo modo di seguire il corso in presenza e ancora non erano attivi quelli online. Mi sono quindi iscritta all’edizione di gennaio 2020.

Finito il corso è arrivato il Covid.

C: Come è stato quindi il tuo primo anno di lavoro dopo aver fatto il corso in pieno anno Covid?

B: È stato faticoso, perché ho fatto il corso Professione Home Stager a gennaio e poi a marzo hanno chiuso tutto.

Fortunatamente in quel periodo c’era tanta formazione da poter fare e quindi ho continuato a seguire corsi e webinar. 

A settembre, appena si è potuto, ho fatto il mio primo affiancamento con Ilaria Mari [n.d.r. Master Trainer area business AIS&R e Presidente HSL] e da lì è nata poi una collaborazione perché ci siamo trovate subito in sintonia. 

Ho iniziato prima ad aiutare Ilaria durante gli allestimenti, poi col tempo, il lavoro e la formazione sono passata a fare parte strategica della squadra.

Ora il Dream Team capitanato da Ilaria Mari è formato da me, Valentina Malloggi e Daniela Guerri, oltre ad altre collaboratrici.

C: Nonostante le difficoltà dovute al periodo rifaresti il corso di Home Staging?

B: Assolutamente! Prima ti ho parlato della mia esperienza a Ikea e di quanto ero contenta. Una volta uscita mi sono resa conto che era comunque una “scatola”. Il mio potenziale era molto di più, e ora lo sto usando veramente.

“L’home staging è stato il mio “out of the box” (gioco di parole che significa uscire dalla scatola ma anche pensare in modo alternativo).

storie-di-home-stager-barbara-diomelli-out-of-the-box-2

Progetto e fotografie Home Staging Turistico: Dream Team by Ilaria Mari, Barbara Diomelli, Valentina Malloggi, Daniela Guerri

C: L’incontro con l’Home Staging è stato un po’ casuale e in un certo senso salvifico, proprio come accade nelle grandi avventure. E ora a che punto sei della tua avventura? Come ti senti?

B: Innanzitutto mi sento soddisfatta, che non è poco. Oggi mi definisco a tutti gli effetti Architetto Home Stager ma dipende da chi me lo chiede.

Se me lo chiede un conoscente o qualcuno che non è del settore immobiliare rispondo di essere “Un architetto un po’ particolare che si occupa di case da vendere”, mentre a chi è del settore dico esplicitamente di essere Architetto Home Stager.

C: Oltre all’Home Staging quindi fai anche qualche pratica prettamente da architetto?

B: Noi del Dream Team lavoriamo prevalentemente con investitori e ci occupiamo anche delle ristrutturazioni. Non ci occupiamo mai delle pratiche burocratiche. 

Ognuno ha le sue competenze, noi progettiamo la valorizzazione funzionale ed estetica, dalla scelta dei materiali, delle finiture, fino alla parte finale dell’allestimento di Home Staging. Volutamente non ci occupiamo della parte delle pratiche edilizie, perderemmo tempo che invece dedichiamo alla parte di valorizzazione. Noi così siamo più concentrate, più veloci, più competenti. 

C: Come è cambiata la tua vita grazie all’Home Staging?

B: È cambiata, punto. È cambiato il mio modo di pensare, di organizzarmi.

storie-di-home-stager-barbara-diomelli-out-of-the-box-1

Progetto e fotografie Home Staging Turistico: Dream Team by Ilaria Mari, Barbara Diomelli, Valentina Malloggi, Daniela Guerri

C: Ascoltando le tue parole mi viene proprio da dire che quando si chiude una porta si apre un portone! Quindi, progetti futuri?

B: Sicuramente continuare su questa strada, cercando sempre di migliorare. Se penso a tre parole per descrivere cosa stiamo facendo: libertà, sorriso e competenza. 

Il sorriso non ci manca perché ci piace quello che facciamo, ci piacciono le persone, ci piace ascoltare i loro bisogni e guidarli nella giusta direzione per il raggiungimento dei loro obiettivi.

Competenza perché con il fatto che lavoriamo in gruppo ognuno ha dei talenti particolari, non siamo tutte uguali e il fatto di mettere insieme le nostre competenze varie e i nostri punti di vista ci permette di avere una visione più completa, di velocizzare il lavoro e di sostituirci quando ce n’è bisogno, come è successo nei miei mesi di maternità.

C: Quali benefici hai riscontrato nel tempo grazie all’Home Staging?

B: Ma sai… prima avevo il posto fisso, lavoravo tanto o lavoravo poco non cambiava niente. Ora non è così ma posso assicurarti che il gioco vale la candela. Ci sono periodi in cui si guadagna di più, periodi in cui si guadagna meno e si pensa a come organizzare il lavoro per tornare a guadagnare di più.

Riprendendo le tre parole che ti dicevo, non ho concluso, la libertà è la più importante, e noi lavoriamo per essere libere: libere di fare la professione, libere di stare con la famiglia, libere di gestire il tempo e le nostre risorse. Libere dare il nostro contributo nel mondo facendo quello che ci piace.

Ti è piaciuta questa storia? Scopri tutte le Storie di Home Stager QUI

E se ne vuoi di più entra a far parte della community di home stager più attiva d'Italia: https://www.facebook.com/groups/professionehomestager

Sono Claudia Ciardi. Leggo libri, scrivo cose. Sono laureata in antropologia culturale anche se i miei eterni amori rimangono l’arte, il design e l’architettura. Scrivere il blog dell’Accademia mi permette di unire queste passioni e di creare qualcosa di personale ma soprattutto utile agli altri.

Resta aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità dell'Accademia

Ultime news nel mondo dell'Home Staging

Resta aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani aggiornato con le ultime news dell’Accademia

Accademia Italiana Staging & Redesign School

Altri articoli che potrebbero interessarti